Rilasciato P3D a 64 bit - P3D 64 bit Available Now

Come annunciato nel post precedente Lockeed Martin ha rilasciato il suo simulatore P3D a 64 bit. E' il primo simulatore della storia con questa architettura e aprirà la strada a nuovi sviluppi in termini di software che di scenari aumentando notevolmente la realtà virtuale.

As announced in the previous post, Lockeed Martin has released its 64-bit P3D simulator. It is the first 64-bit simulator of the story and will pave the way for new developments  software and scenarios, greatly increasing virtual reality.




Il vecchio FSX della Microsoft ha trovato finalmente pace. Nato nel 2006, ha resistito ben 11 anni, segno che il lavoro fatto dalla MS (o meglio dalla sua consociata UNA ACIES, poi sciolta) è stato grande. A rompere per prima il "muro del suono" è stata la Lockeed Martin con P3D V. 4 (seguirà tra qualche mese la Dovetail con il suo FSX Steam Edition) considerata dalla Lockeed come una nuova piattaforma di simulazionee  che nulla a che vedere con le precedenti versioni. 




I requisiti di sistema sono accessibili a quasi tutti i PC sul mercato perchè gira sia su Windows 7 che su 10. I requisiti specifici sono indicati nella tabella qui sotto,


Requisiti di sistema

Gli aerei che vengono forniti nel pacchetto base sono quelli già esistenti nella versione P3D V.3 aggiornati con aerei ed elicotteri da combattimento, ovviamente made in USA (diciamo meglio made in Lockeed Martin). 
Il listino di P3D V.4 ci fornisce 5 tipologie di prodotti, quella che interessa la maggior parte dei simmers è l'Academic a 59.95 $. Per quanto riguarda gli addon pay bisognerà attendere qualche mese per dare il tempo alle Software House di adattare i loro prodotti alla nuova architettura a 64 bit, comunque molte di loro hanno già aggiornato alcuni prodotti. Diverso discorso per gli addon free, che essendo sviluppati da volenterosi richiedono tempo; certo all'inizio non sarà facile e bisognerà avere un po' di pazienza e utilizzare il package nudo e crudo.




Flight Sim Word Early Access e P3D v4. Il 64 bit finalmente è una realtà

Dopo quasi 11 anni il caro vecchio FSX potrà godersi la meritata pensione. La Dovetail preannuncia il suo nuovo prodotto Flight Sim Word, Early Access nella versione Beta, mentre il 30 maggio P3D darà l'annuncio del suo nuovo simulatore P3D, entrambi a 64 bit.
La simulazione finalmente entra nell'ambiente a 64 bit con possibilità illimitate. Si preannuncia un'estate di fuoco!

After nearly 11 years, the dear old FSX will enjoy the well-deserved retirement. Dovetail announces its new Flight Sim Word product Early Access in the Beta version, and May 30, P3D will announce new P3D simulator, both 64-bit.
The simulation finally comes the 64-bit environment with unlimited possibilities. A summer of fire is anticipated!


FLIGHT SIM WORD

La nuova piattaforma della simulazione di volo targata Dovetail si chiamerà Flight Sim Word  (FSW) basato sulla tecnologia benchmark e include tutto il mondo così come diversi aerei a elica sia monomotori che bimotori. Gli aerei di Flight Sim World sono stati creati utilizzando le ultime tecnologie di modelling e di rendering che hanno portato a un incredibile realismo nei dettagli.

Caratteristiche

  • Fleet of highly detailed GA aircraft
  • Easy to use flight planner
  • Realistic flight model
  • Integrated Orbx FTX Global textures
  • Lessons and missions to test your skills
  • Pilot profile to keep track of your flight hours
  • Pro Mission Editor.



La Dovetail ha reso disponibile mediante download  Flight Sim World  in una versione chiamata Early Access per coinvolgere la comunità dei simmer durante il processo di sviluppo; in sostanza si tratta di una versione beta, chiamata Early Access per motivi di marketing. Una bella mossa per la Dovetail in quanto saranno gli utenti  (che un tempo si chiamavano beta tester e a loro veniva rilasciata una versione free per i test) che pagheranno e che suggeriranno eventuali modifiche di contenuti poi gradualmente introdotti. Quindi nei prossimi giorni la versione Early Access avrà dei cambiamenti continui, cioè il software scaricato il giorno prima potrebbe non essere lo stesso di quello del giorno dopo.
Secondo il video, il nuovo simulatore farà il salto a 64 bit, inoltre utilizzerà il rendering fisico come X-Plane 11. La versione Early Access ha un costo di 24,99 Euro e il software è 40 GB, quindi è opportuno avere una buona linea internet.


System Requirements:

  • OS: Windows 7 / 8 / 10 (64-bit versions only)
  • Processor: AMD APU Kaveri A10-7850K or Intel Core i3 6100
  • Memory: 8GB RAM
  • Graphics: Radeon R9 Fury or GeForce GTX 970 (4GB VRAM)
  • DirectX: Version 11
  • Network: Broadband internet connection
  • Storage: 40GB available space
  • Sound Card: DirectX Compatible
  • Steam account required


I primissimi commenti su internet, soprattutto provenienti dagli States dove si sono avuti il maggior numero di download, non sono proprio esaltanti. Molti preferiscono il vecchio FSX con qualche miglioria, altri optano per X Plane 11 suggerendo una libreria adeguata di addon di aerei e scenari. Alcuni dicono che è una scopiazzatura di Flight, il simulatore di Microsoft, fallito prima ancora di essere immesso sul mercato, ma ancora è presto per poter fare dei commenti e delle valutazioni serie. Per i più appassionati linko questo corposo articolo in inglese inerente il prodotto.


LOCKEED MARTIN P3D

Anche la Lockeed Martin mette in prima linea il suo pezzo da novanta. A fine mese la casa di Wichita renderà pubblico il suo nuovo simulatore versione 4. La grande novità è che sarà anch'esso a 64 bit







Alcune caratteristiche annunciate dalla Lockheed sono:
  • Dynamic Lighting
  • Rain/Snow particles
  • Global 3D trees
  • A fully reworked development software
  • New default vehicles


Inizialmente potrebbero esserci incompatibilità tra gli addon per i simulatori a 32 bit (specialmente quelli free download) e il simulatore a 64 bit. Sul pay, le grandi software house stanno già lavorando per prodotti a 64 bit, quindi basta attendere qualche settimana, per i free i tempi si dilatano.


Il 30 maggio P3D ufficializzerà l'uscita; di conseguenza fino ad allora non avremo validi feedback e quindi per ora mi astengo da ogni commento. 

FSX: Stelle rosse nei cieli d'Oriente - FSX: Red Star in the Eastern Skies


La Nord Korea mostra i muscoli al mondo grazie ai suoi missili  che minacciano l'intero oriente e gli Stati Uniti. Tanta potenza missilistica a fronte di una povera aviazione! E dal punto di vista della simulazione?

The North Korea shows muscles with its  missiles that threaten the Eastern Countries and the United States. So much missile power opposed to an obsolete aviation! And from the point of view of simulation?

In un mio precedente post avevo esaminato dal punto di vista operativo e della simulazione la situazione dell'aeronautica siriana e lo stesso ho fatto  per quella russa sui cieli di Siria
Concludo la disamina prendendo in considerazione quella della Corea del Nord.
Kim Jong-un ha lanciato una sfida al presidente Trump proseguendo i test missilistici nucleari per ribadire, a chi avesse ancora qualche dubbio, la potenza del paese nell'area dell'estremo oriente ponendo di fronte alle loro responsabilità paesi come Cina, Russia e marginalmente il Giappone.

Shenyang J6

La difesa della nazione è affidata all'Armata Popolare di Corea, che si divide in cinque branche: esercito, marina, aeronautica, forze missilistiche strategiche e forze speciali.
I livelli di forza delle Forze Armate nord coreane non sono omogenee, l'Esercito nord coreano da sempre prediletto da Kim Jong-un può schierare più di un milione di uomini che, a parte qualche unità di élite, ha dei gap inerenti l'addestramento, la vetustità e l'inefficienza di materiali e mezzi in dotazione. La Marina può schierare qualche motovedetta e alcuni vecchi sommergibili ex sovietici, un'accozzaglia di canotti di fronte ai gruppi da battaglia dell'US Navy capeggiati dalle portaerei nucleari.

Chengdu J7

L'Aeronautica, Joseon Inmingun Gong Gun o Forza aerea dell’esercito di liberazione del popolo coreano (in inglese Korean People’s Army Air Force, KPAAF), possiede materiali di volo inizialmente made in URSS. Di pari passo con l’acquisizione delle capacità industriali cinesi, le forniture sono diventate miste, ma non si può certamente affermare che la forza aerea nordcoreana abbia mai avuto una dotazione di macchine d’avanguardia. Il grosso dell’attività dei caccia, cacciabombardieri e aerei da attacco è affidata ai MiG- 21 e alle loro versioni cinesi F-7, poichè le ore di volo di MiG-29 e Su- 25 (gli unici un con una tecnologia più moderna) sono limitate da problemi di manutenzione.

Aero L39 Albatros

Sono in linea tra 40 e 50 bombardieri tattici H-5 (“Beagle”) assegnati a due reggimenti che svolgono anche compiti di addestramento. Attualmente, aggiornato al gennaio 2017, la Korean People’s Army Air Force dispone di circa 1600 aerei, ma in pratica non conosce il numerico preciso quindi possiamo azzardare che l'aeronautica potrebbe avere in organico tra i 1200 (compresi gli elicotteri) e i 1600 velivoli. Nello specifico.

Da combattimento risulterebbero 600 aerei circa:

Gli aerei da addestramento risulterebbero in totale 150 circa suddivisi:

Gli aerei da trasporto ammontano a 179 velivoli circa dei seguenti modelli:


Antonov An 24

Gli elicotteri ammontano a circa 280 e sono tutti di provenienza russa tranne 60 MD 500 Defender acquistati aggirando l'embargo ma ora quasi tutti a terra per problemi dei pezzi di ricambio. Spiccano  più di un centinaio Mil Mi-8 Hip, una ventina Mil Mi-24 Hind, e una ventina di Harbin Z-5 la versione cinese del Mil Mi 4.
Gli aeroporti sono circa 70, in gran parte concentrati nell’area attorno a Pyongyang e nelle province meridionali, non tutti sono sede di reparti operativi ma sono mantenuti in condizione di accoglierli in caso di necessità e una parte di questi non sono abilitati ad operare con aviogetti; infine vi sono alcuni tratti stradali predisposti a servire quali piste d’emergenza. Dal punto di vista delle infrastrutture c’è da aggiungere che la forza aerea può ricoverare tutti i suoi aerei da combattimento in shelter protetti o negli hangar in caverna.

Mil Mi 24 Hind

In conclusione i vari dittatori "Kim" hanno potenziato le capacità missilistiche investendo enormi somme per sperimentare ordigni con testate nucleari a scapito della forza aerea, consci che mantenere un'aeronautica efficiente e con capacità nucleari, con piloti addestrati ad affrontare i migliori Top Gun americani e sudcoreani, è difficile e più dispendiosa della "dissuasione" missilistica. In pratica, tranne qualche MiG 29 e Sukhoi 25, l'aeronautica nord coreana è un concentrato di rottami che farebbero la loro figura in un museo.





Andando alla simulazione, gli aerei dell'aviazione nord coreana sono pressoché tutti di fabbricazione russa. Li potete scaricare linkando il mio post sull'aviazione siriana  e su russa sui cieli di Siria.
Di seguito alcuni velivoli da scaricare non compresi tra quelli dei miei post:










MiG 23 FLOGGER (clicca qui per il download)

Antonov An 24 (clicca qui per il download)

Ilyushin Il 76 (clicca qui per il download)

Ilyushin Il 62 2D panel solo per FSX (clicca qui per il download)

Antonov An 2 solo per FSX (clicca qui per il download)

L39 Albatros  (clicca qui per il download)


Come avrete immaginato gli scenari della Corea del Nord non si trovano facilmente su internet; il lavoro migliore è lo scenario  "North Korea Skies Sceneries" che, seppur limitato, comunque ci permette di volare sopra i cieli più proibiti del mondo.





Video incidente aereo vicino Washington - Force Landing Video Paine Field

Il 2 maggio un aereo Piper PA-32 Cherokee Six è schiantato su una strada nella cittadina in Mukilteo vicino Washington. Il pilota, un ragazzo dell'Oregon era appena decollato da Paine Field Airport, quando il motore ha avuto un avaria. Il pilota ha cercato di riavviare il motore a circa 150 metri dal suolo prima di decidere di effettuare un atterraggio di emergenza sulla strada. Il velivolo ha toccato i cavi elettrici e ha preso fuoco anche perchè i serbatoi erano pieni di carburante. Fortunatamente non ha colpito nessuno e pilota e passeggero si sono salvati.

Piper PA-32 Cherokee Six during an apparent force landing the aircraft clipped power lines and impacted vehicles and roadway terrain south of Snohomish County Airport (Paine Field) (KPAE) in Everett, Washington. The airplane sustained substantial damage and the two occupants onboard were not injured. The pilot reported that he lost engine power upon takeoff, was unable to restart the engine midair, and was searching for a place to set the plane down, when he snagged power lines and then wiped out a traffic signal. 



Zona interessata dall'incidente. Il punto giallo è la posizione dell'auto che ha filmato l'evento

Altra prospettiva. Si intravede la pista dove era decollato l'aereo e il punto giallo è la posizione dell'auto

FSX/P3D: Cessna 162 Skycatcher free download

La Casa di Wichita nel 2013 dichiarò che il Cessna 162 Skycatcher non aveva più futuro. La storia del LSA per eccellenza, erede della stirpe della fortunatissima serie 152, 172 e 182, è finita. Ora la Software House Flight 1 ha annunciato il rilascio free di questo aereo che gira su simulatori  FSX e P3D.

In October 2013 Cessna CEO Scott Ernest stated that the Skycatcher (LSA) had "no future"and in late January 2014 Cessna told its dealers to stop offering the 162. On 11 February 2014, Cessna removed all marketing for the Skycatcher from their official website. Now Software House Flight 1 announced the free release of this plane that running on FSX and P3D simulators.



Nel 2013 il CEO di Cessna Scott Ernest annunciò che il 162 Skycatcher, il primo LSA della casa di Wichita, non aveva più futuro in quanto il mercato non aveva ben accolto la novità senza contare gli inconvenienti durante i test di volo e le modifiche chieste dalla FAA che avrebbero richiesto ulteriori costosi test di volo facendo lievitare i costi. A gennaio 2014 ne erano stati venduti circa 195 e la Cessna, nel 2014, ne aveva ancora 80 circa utili per le parti di ricambio da immettere sul mercato. Un fallimento totale per chi ha comparato questo aereo e che comunque ha dovuto tirare fuori 115 mila dollari , riferito al modello base, senza "optional"

Cockpit real del Cessna 162

La famosa Software Flight 1 ora ha rilasciato con un download free lo Skycatcher dal proprio sito basta cliccare qui e seguire le istruzioni per lo scaricamento. Funziona su FSX e P3D e visto l'alto realismo del modello sono convinto che vi divertirete, magari decollando dall'aeroporto della vostra città.
Buon volo!

Cockpit dello Skycatcher della Flight 1 identico a quello real




FSX/P3D: Falchi siriani sul nostro simulatore - Syrian hawk on FS

Il 4 aprile aerei siriani avrebbero bombardato l'area di Idlib con i gas provocando la morte di almeno 74 persone, la maggior parte delle quali civili. Ciò ha portato una ritorsione americana con il lancio di 59 missili Tomahawk.
Ma di quali aerei dispone l'aviazione siriana?

On April 4, Syrian fighter would bomb the Idlib area with gas killing at least 74 people, most of them civilians. This led to an American retaliation by launching 59 Tomahawk missiles.
The action brought by the sky that raises the question of which planes have the Syrian air force?



Clicca qui per allargare


Il bombardamento chimico è cominciato poco dopo le 6 di mattina ora locale e ha colpito la città di Khan Shaykhun, a una settantina di chilometri a sud di Idlib. Qualche ora dopo un altro attacco, questa volta con armi convenzionali, ha colpito l’ospedale che aveva accolto la maggior parte dei feriti fino a quel momento. In molti hanno parlato di un attacco “double tap”, che significa bombardare i soccorritori che si stanno prendendo cura delle persone rimaste ferite nel primo bombardamento, tattica usata per distruggere le prove dello scellerato atto all'opinione pubblica e che in passato è stata usata diverse volte dal regime di Assad. Ciò ha poi scatenato la ritorsione americana con il lancio di 59 missili cruise RGM/UGM-109E Tomahawk sulla base di Shayrat, da dove sono partiti gli aerei per il bombardaamento con i gas, che hanno danneggiato alcune infrastrutture e 5 aerei siriani in manutenzione. 

Mig 21 nella base di Shayrat


Tralasciando l'atto riprovevole che merita tutta la condanna dell'opinione pubblica internazionale, focalizziamoci su quello che è l'aviazione siriana, le basi e i loro aerei.
In un mio post precedente avevo esaminato la situazione riferita all'aviazione russa in Siria e, in quello successivo , i modelli di aerei russi che si possono scaricare per arricchire il nostro simulatore.
Per completare lo scenario oggi esaminiamo quali aerei dispone l'aeronautica siriana e poi trasposto al nostro simulatore.

Sukhoi SU 24 russi nella base di Latakia

La al-Quwwāt al-Jawwiyya al-ʿArabiyya al-Sūriyya nome arabo dell'aviazione siriana fino agli anni prima della guerra civile era una delle più grandi aviazioni del medio oriente con ben 800 velivoli e 40 mila uomini. Tradizionalmente l'aviazione siriana è stata equipaggiata con velivoli e materiali dai sovietici prima e russi dopo, anche perchè la Siria cadeva (ai tempi della guerra fredda) nella sua sfera di influenza. Nel corso degli anni mezzi e materiali sono sempre più invecchiati, tanto che la maggior parte di aerei risultano obsoleti e inadeguati a fronteggiare un improbabile dogfight con velivoli occidentali della 4^ generazione, senza contare le numerose perdite in 4 anni di guerra da parte dei ribelli anti Assad.

Addestratori L39 siriani

Attualmente la flotta risulta composta in massima parte da aerei antiquati quali MiG-23 Flogger, MiG-21 Fishbed, Sukhoi Su-24 Fencer, Sukhoi Su-22 Fitter, addestratori armati L-39 per un totale stimato, riferito all'anno 2016, di circa 200 aerei da combattimento, a tale cifra si aggiungano 160 elicotteri Kamov Ka-27 Helix, Mil Mi-2 Hoplite, Mil Mi-24 Hind, Aérospatiale, SA 341 Gazelle, Mil Mi-14 Haze, di cui molti senza pezzi di ricambio e/o distrutti,come i 30 Gazelle forniti anni fa dalla Francia.
La situazione ha destato la seria preoccupazione della Russia tanto da convincere Putin a equipaggiare Damasco con 130 Mig 23, Sukhoi 24 aggiornati  e con alcuni Mig 29 nuovi.

Trasponendo lo scenario dai cieli della Siria allo schermo del nostro PC vediamo quali aerei possiamo trovare su internet e quali scenari scaricare.

AEREI


MIG 23 MF FLOGGER

MiG 23 clicca qui per il download  

MIG 23 


MiG 23 Alphasim clicca qui per il dowaload




MiG 21

Clicca qui per il download




MiG 29

MIG 29 clicca qui per il download






SU-24 FENCER 


SUKOI SU 24 FENCER clicca qui per il download


SUKHOI SU 22 FITTER


SUKHOI SU 22 FITTER clicca qui per il download


SCENARI

Purtroppo gli scenari sulla Siria sono molto risicati e dobbiamo accontentarci solo degli ottimi scenari degli aeroporti di Aleppo, Damasco e Latakia scaricabili dal sito Syriasim dietro una registrazione (account e pw); altrimenti sul sito FSXfreware potete scaricare un'altra scenery dell'aeroporto di Damasco (con  successivo fix di correzione) per FSX o chi possiede P3D lo scenario di Damasco di 143 MB, sempre dal sito FSXfreeware. Qualche mesh terrain della Siria la trovate pagamento, oppure freeware sul sito Simviation (cumulative per Syria e Giordania) suddivisa in 4 parti (1^ parte, 2^ parte, 3^ parte e 4^ parte).
Allora non vi rimane che provare un emozionante volo sulle dune desertiche del medio oriente magari a bordo di un MiG 21 o Sukhoi 22.


FSX/P3D Douglas C-47R Skytrain

Il C47 Dakota (così chiamata la versione per UK)
Il Douglas C-47R Skytrain, DC 3 se riferito alla versione civile, è uno degli aerei più leggendari della storia dell'aviazione, il capostipite dei velivoli da trasporto e antesignano di una serie di macchine che hanno rivoluzionato il trasporto passeggeri.

The Douglas C-47R Skytrain, DC 3 when referring to civilian version, is one of the most legendary history of aviation aircraft, the founder of the transport aircraft and precursor of a series of machines that have revolutionized the transport passenger.

Il Douglas C-47 era la versione trasporto militare del DC-3 aereo di linea e ricoprì numerosi nomi ufficiali e non ufficiali, tra cui Skytrain, Dakota. E 'stato utilizzato ampiamente nella seconda guerra mondiale dagli alleati, ed è stato di vitale importanza per il lancio di paracadutisti durante lo sbarco in Sicilia e il D-Day in Normandia, poi contro il Giappone a Guadalcanal e Birmania. Più tardi fu l'aereo più usato che partecipò al rifornimento di Berlino, chiusa via terra dai sovietici. In tutto, oltre 10.000 C-47 o  versioni costruite su licenza sono state prodotti tra marzo 1943 e agosto 1945.
I surplus dei C-47 sono entrati nel mercato civile ed sono diventati molto popolari nel corso degli anni come vettori cargo, o presso piccole compagnie aeree per trasporto passeggeri nonchè bombardieri per gli incendi boschivi. 

Cockpit originale C47

Il C47/DC3, oltre ad essere utilizzato dalle forze alleate americane e di altri durante la seconda guerra mondiale, è stato in servizio (e lo è ancora) nelle aeronautiche di altre nazioni. Ancora oggi volano numerosi DC3 e possiamo trovarli nelle ridenti lande europee come negli USA, dove è proprio un vero cult. Per chi pensa che sia un catorcio volante si sbaglia di grosso, in quanto la strumentazione è in parte ammodernata per venire incontro alle regole della navigazione e di sicurezza, mentre i motori sono i fantastici e indistruttibili radiali Pratt & Whitney R-1830-90C Twin Wasp con il loro classico scoppiettio. 


Cockpit ammodernato del C47

Il mondo della simulazione ci offre alcuni modelli, ma io ne voglio segnalare uno in particolare, un magnifico C47 Skytrain disegnato da Manfred Jahn.



Non è una foto ma lo screenshot del cockpit del favoloso C47 di Manfred Jahn 

Il pacchetto pesa 178 MB, c'è anche un primo successivo fix di circa 26 MB per correggere alcuni bug e poi un secondo fix di 0,02 MB. 
Pilotare un C47 vuol dire assaporare il fascino del pilotaggio di una volta, e con questo modello anche voi potete virtualmente gustarvi un volo dei tempi andati, soprattutto se scegliete di volare sopra una una cornice particolare, magari come quella montana.

Il C47 di FSX

Se desiderate volare sulle magnifiche vette delle Alpi, effettuando un breve volo assaporando questo aereo, vi suggerisco di scaricare free dal web, l'aeroporto di Ginevra, località dalla quale decollerete e l'aeroporto di Lugano come arrivo, o viceversa.
Sono sicuro che vi divertirete!








Realtà virtuale in cabina - 360° Cockpit Virtual Tour

Cockpit ATR 72
Il sistema delle foto con vista a 360° ha permesso anche di esplorare real i cockpit dei maggiori aerei.

360° cockpit virtual view has also allowed to visit the cockpit of the aircraft more like we're really inside.

Nel mondo aeronautico la realtà virtuale connessa con le foto con vista a 360° ci permette di provare l'emozione di sederci ai comandi di alcuni dei più importanti aerei e osservare da vicino, quasi toccando con mano, quello che ci circonda come se fossimo realmente presenti sul posto.
Nel mondo della simulazione questa realtà è di ausilio per confrontare anche la particolarità dei modelli  scaricati fin nei minimi dettagli.
Se lo desiderate provate a  fare una carrellata ed esplorare i cockpit e le cabine di alcuni aerei compresi quelli d’epoca, cliccando i link di seguito.


Cockpit DHC 8-400



Cockpit Boeing 787

Chengdu J-20: l'ira del drago viene da est - Chengdu J 20: Dragon Rage from the east

Il canale militare China Central Television ha reso noto che il Chengdu J-20 è ufficialmente entrato in servizio della forza aerea cinese, anche se l’inizio della sua operatività è indicata nel 2018.

Military channel China Central Television reported that the Chengdu J-20 is officially entered the Chinese air force service, although the beginning of its operation is shown in 2018.

Il progetto Chengdu J-20 è definito dal Pentagono come la prima piattaforma a lungo raggio della Cina in grado di penetrare ambienti pesantemente difesi. Pechino ha sempre affermato che una piattaforma di quinta generazione, con prestazioni simili all’F-22 ma con i risultati operativi dell’F-35, sarebbe entrata in servizio con Capacità Operativa entro il 2018. Tale stima è stata anticipata di un anno.
Il primo volo risale al gennaio 2011 e nei cinque anni successivi il prototipo è stato sottoposto a numerosi e intensi test, nel 2015 il prototipo, denominato 2015, iniziò una nuova serie di test avanzati e nel novembre 2015 venne alla luce il prototipo 2017, in pratica versione finale degli aerei di serie, 




Come detto prima, il Pentagono considera il velivolo cinese quale piattaforma a lungo raggio che, secondo alcune fonti (di parte), si avvicinerebbe all’F 22 o all’F 35. Però secondo alcuni esperti americani, il J-20 è un po' di tutto, senza eccellere in maniera particolare: non è un caccia, non regge il duello aereo con i suoi omologhi occidentali, non è stealth, non è come indicato da esperti cinesi alla stregua dell'F-22 o F-35. Per il Chengdu J-20 si prevedono almeno sei varianti: intercettore a lungo raggio, dogfight e scorta, attacco al suolo, ricognizione a lungo raggio, attacco elettronico e piattaforma di lancio per missili anti-satellite.





E’ attualmente equipaggiato con due turboreattori di fabbricazione russa in quanto i cinesi puntano a sfruttare la tecnologia dei turbofan russi NPO Saturn AL-41F1 che equipaggiano i Su-35E (Pechino ne ha acquistati dodici). L’Aero Engine Corp of China conferma i progressi sul nuovo motore di concezione e produzione nazionale che dovrebbe equipaggiare i velivoli cinesi tra qualche anno. Il J-20 non sarà in grado di raggiungere il suo pieno potenziale fino a quando la Cina non sarà in grado di sviluppare dei motori con un rapporto spinta-peso di dieci a uno. 


Ipotesi del Cockpit del J20

La Cina così entra nel novero delle nazioni che posseggono aerei stealth a lunga penetrazione. Il J20 è un punto di forza per l’aeronautica cinese che fa delle sue forze armate uno strumento della politica espansionistica che da anni Pechino sta portando avanti nel sud est asiatico, in contrapposizione con quella del Giappone, paese questo che mira a rimanere il paese di riferimento di quell'area.




Il J-20 dovrebbe trasportare internamente fino ad un massimo di quattro missili BVRAAM, beyond-visual-range air-to-air missiles e due a corto raggio PL-10. Dovrebbe raggiungere una velocità massima di 2,100KMH secondo una stima effettuata con due Saturn AL-31. Il primo impiego operativo per il J-20 sarà nel Mar Cinese Meridionale.
Le autorità cinese hanno affermato che il numero di aerei di questo tipo potrebbero aggirarsi tra i 500 e i 700 velivoli (comprese le esportazioni).





Per chi desiderasse approfondire.



FX/P3D Arricchiamo il simulatore

Il 1° marzo è stata rilasciata la nuova versione di Flight Gear, il simulatore open source che sta ottenendo sempre più apprezzamenti. La versione 2017.1 contiene  nuove e interessanti funzionalità, miglioramenti e correzioni di bug. FlightGear è caratterizzato da oltre 400 velivoli, un database scenario in tutto il mondo, un ambiente multiplayer, una modellazione dettagliata del cielo, un sistema flessibile free di velivoli, diverse opzioni di rete, supporto per monitor multipli, un potente linguaggio di scripting e un'architettura aperta.


Un'altra chicca riguarda gli aerei militari. E' disponibile il mitico Phantom FGR1/4, un pack free rilasciato modificando il modello del Phantom di IRIS, con il repaint della RAF.
Divenuto nel corso della sua lunga vita operativa una delle icone della superiorità aerea americana durante la Guerra del Vietnam e nel periodo della Guerra fredda, è ancora in servizio presso alcune forze aeree. L'elevata flessibilità del progetto ha permesso l'evoluzione del Phantom fino ad includere versioni specifiche per la ricognizione aerea e l'attacco al suolo con munizionamento convenzionale e nucleare...continua...



Virtual Cockpit Phantom Iris megapack
Chi volesse invece scaricare l'originale Phantom base pack di IRIS, può farlo direttamente da qui.
Comunque il divertimento è assicurato in ambedue le versioni .
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...